Quel cielo celeste

Segui
le ali bianche dell’airone
leggera,
di una leggerezza
che non più t’appartiene.
Vola,
leggiadra,
come una piroetta
di una gonna pregna,
di un ventre materno
colmo di vento.
Plana,
sola,
senza troppi pensieri,
come una piuma vortica
seguendo i volteggi
delle mosche in volo.
Guarda,
quel cielo celeste,
è il tuo amante,
vestito di raggi di sole.
Senti
quell’eco di voci,
quei suoni distinti,
quegli indistinti rumori,
è il suo flauto
che chiama.
Chiama,
con occhi socchiusi,
con voce tremante,
con brividi e lacrime,
il,
per lui dolce,
tuo vero nome.

Pk

Diritti Riservati

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...